Il Seggio del Popolo - Locanda
Home Attualità Julian Assange, da oggi cittadino onorario di Napoli

Julian Assange, da oggi cittadino onorario di Napoli

la moglie Stella Moris: "Grazie alla Città di Napoli per la difesa della libertà di Stampa"

l'-ecommerce del Sud Italia
l'-ecommerce del Sud Italia

Da oggi il giornalista più combattuto a livello globale da una classe di potere mondialista, Julian Assange, è cittadino onorario di Napoli. Alle 15 del 10 novembre la cerimonia nella sala dei Baroni al Maschio Angioino. E’ la moglie Stella Moris a ritirare il conferimento per conto del fondatore di Wikileaks, con il quale ha due figli e che ha deciso di sposare in carcere lo scorso anno. La donna viene accompagnata dagli attivisti di Free Assange Napoli, che manifestano per questa circostanza da mercoledì (come da locandina). Al giornalista è stato dedicato anche un murales a Scampia, realizzato dalla Street artist partenopea Trisha.

“Mio marito è un simbolo della libertà di stampa, e per questo sono grata alla città di Napoli per quanto sta facendo e per questo riconoscimento”, ha spiegato l’avvocato Stella Moris, la quale ha partecipato alla squadra di difensori di Assange nel processo sull’estradizione. Sono tantissimi coloro che da anni manifestano per l’appoggio di Assange, specialmente in una città rivoluzionaria e popolare come Napoli. a Morris è un’avvocatessa che ha partecipato alla sua squadra di difensori nel processo sull’estradizione e che da anni ha con lui una relazione dalla quale sono nati due figli.

“La libertà di Assange è la libertà di tutti noi”, ha dichiarato Giuseppe Mancini, vice presidente del Coordinamento Periferie Unite. “È impensabile pensare di essere liberi se nella nostra società abbiamo dietro le sbarre di una cella tre metri per due un giornalista come Julian Assange solo perché ha denunciato dei crimini di guerra e dei crimini contro l’umanità. Il murales di Assange proposto da noi del Coordinamento Periferie Unite va a sostegno della libertà di pensiero, di parola e di tutte le libertà cui un uomo può e deve disporre”.

Sentimento comune che questo per essendo un grande gesto, resta simbolico! L’uomo sarà estradato e rischierà la vita, ed il governo italiano all’ultima votazione contro l’estradizione negli Usa, ha visto movimenti come il 5 stelle astenersi ed il PD votare contro. Questo non va dimenticato! Spesso capita che dove una classe politica naviga, si trova la popolazione in direzione opposta!

Di seguito la locandina degli eventi: