Home Attualità Mark Zuckerberg in visita a Napoli ma attracca a Castellammare di Stabia...

Mark Zuckerberg in visita a Napoli ma attracca a Castellammare di Stabia con il suo megayacht: unica possibilità

Il Seggio del Popolo - Locanda

L’arrivo di Zuckerberg ha attirato l’attenzione dell’intera Italia, con migliaia di curiosi accorsi per ammirare da lontano questo “mostro sull’acqua”. Nonostante l’attenzione e l’entusiasmo suscitati dall’arrivo del megayacht di Zuckerberg, l’amministrazione locale continua a sottovalutare il potenziale del turismo da diporto. Anzi, sembra deridere apertamente i porti e le opportunità economiche che essi potrebbero portare alla città. A peggiorare la situazione, ci sono gli atti pubblici firmati da alcuni dirigenti locali che descrivono una realtà distorta di Pozzuoli. Secondo questi documenti, Pozzuoli sarebbe famosa per l’alpinismo, la caccia ai funghi porcini e le funivie del Monte Bianco, come scrive sui social anche il dr. Stanislao Montagna. Una rappresentazione surreale, considerando che Pozzuoli è nota per le sue origini vulcaniche, le terme romane e il porto.

Pubblicità

Un’occasione persa?

Mentre Castellammare di Stabia accoglie Zuckerberg e il suo megayacht, si evidenzia la mancata valorizzazione delle potenzialità turistiche della zona da parte dell’amministrazione locale napoletana. Forse, si preferisce un inverno freddo e privo di iniziative, anziché un’estate calda e ricca di opportunità economiche per la città. È evidente che vi sia un divario tra le possibilità offerte dal turismo da diporto e l’effettiva capacità delle amministrazioni locali di coglierle. L’arrivo di personalità di spicco come Mark Zuckerberg dovrebbe far riflettere sulle reali potenzialità di Castellammare di Stabia e dei suoi porti. Ma, finché continueranno a prevalere visioni distorte e poco realistiche, il rischio è di perdere occasioni preziose per lo sviluppo economico e turistico della città.

Pubblicità
l'-ecommerce del Sud Italia